histats.com

La Medaglia Rovesciata

Notizie dalla rete, attualità, life style, turismo, tecnologia, tutela consumatori, sport

.
Share Button

Ecobot: il robot che mangia e defeca per creare l’energia


ecobot

Bristol Robotics Laboratory Università di Bristol nascono gli ultimi modelli della terza serie, gli EcoBot, molto più sofisticati della seri I e II, al loro interno “stomaco” vi sono delle celle a combustibile che vengono alimentate da urina e da feci, per poter funzionare gli ecobot, riciclano materiale organico delle fognature.

Giulio Sandini, direttore di uno dei dipartimenti di robotica dell’Istituto italiano di tecnologia (Iit), spiega che la trasformazione del cibo in energia non è immediato e richiede un certo tempo, dunque questa tecnologia è ottima per i robot che possono restare inattivi per lunghi periodi, inoltre l’autonomia è limitata a un paio di ore al massimo.

La ricerca sui Ecobot dei laboratori di Bristol vanta il sostentamento della fondazione Gates e l’interesse della NASA, che vorrebbe inserire questa tecnologia nelle navicelle spaziali, quindi sfruttando gli escrementi degli astronauti per trasformarli in elettricità.

L’ecobot è ancora un prototipo, la prima generazione di ecobot veniva alimentata con lo zucchero per generare energia elettrica, mentre la seconda generazione di ecobot usava biomassa non raffinata, frutta marcia o gusci di crostacei..

 

 

Valutazioni

  • Total Score 0%
Votazioni dei lettori 0.00% ( 0
voti )
Share Button


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *